Image

Quanto ti vuoi bene? Il progetto

“Ragazze di oggi, donne di domani”
Qual è la percezione che le giovanissime hanno di sé? Come si rapportano le ragazze con la tecnologia nell’esperienza quotidiana? Sono questi gli aspetti sondati nel corso dell’iniziativa “Quanto ti vuoi bene?”, ideata della fotografa e giornalista australiana Jacqui James e promossa da futuro@lfemminile in collaborazione con Comune di Milano e Dove.
 

Il contesto, il progetto
Durante gli anni dell’adolescenza, i giovani vivono grandi cambiamenti, individuano le proprie potenzialità e debolezze, affermano nuovi valori. Questi fattori condizionano lo sviluppo dell’autostima e della percezione di sé. Con particolare riferimento all’universo femminile – più precoce e sensibile di quello maschile nell’attraversare questi mutamenti – la scarsa fiducia nelle proprie capacità e la paura del giudizio dei coetanei possono essere all’origine di disturbi psico-fisici che finiscono per compromettere la salute e la crescita emotiva delle ragazze. Il periodo dell’adolescenza e pre-adolescenza coincide inoltre con gli anni in cui i ragazzi entrano in contatto con la tecnologia, imparano a comunicare attraverso vari dispositivi e ne esplorano le diverse funzioni, per scegliere quella più affine alle proprie attitudini.

Quanto ti vuoi bene? è un progetto sociale dedicato alle ragazze italiane con un’età compresa tra i 9 e i 16 anni realizzato con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’autostima nelle giovani per una crescita psico-fisica equilibrata e per promuovere un uso corretto di Internet e delle nuove tecnologie quali preziosi alleati per la crescita, le relazioni sociali, l’espressione della personalità e l’acquisizione di consapevolezza di sè. Il progetto si è declinato attraverso diversi elementi: una raccolta fotografica delle immagini più rappresentative delle ragazze, un questionario online, un’indagine a 360 gradi per indagare il livello di autostima e come questo influisca sul rapporto con se stesse e con gli altri attraverso la tecnologia a cura della nota psicologa e psicoterapeuta giovanile Maria Rita Parsi, direttore scientifico del progetto. A celebrare l’intenso percorso, la mostra fotografica e il libro Quanto ti vuoi bene?, attraverso i quali abbiamo rivelato il mondo delle giovani ragazze italiane.
 

La Mostra fotografica
La mostra Quanto ti vuoi bene? racconta, in 90 scatti, il mondo delle giovanissime del terzo millennio, dando visibilità alle frasi, le idee, i pensieri più profondi che riguardano il rapporto che hanno con se stesse, con gli altri e con la tecnologia. L’iniziativa è diventata un viaggio itinerante che sta facendo tappa nelle principali città italiane: Milano, Roma, FirenzeBologna e Genova.
Vederla significa avere accesso ad un pezzo del loro mondo, condividere i loro pensieri, sentire la loro voce. Un’occasione per gli adulti per mettersi in ascolto e comprendere meglio le loro figlie e per i coetanei di riconoscere desideri e paure. Un’immensa fonte di informazioni che ci racconta che cosa hanno in mente le nostre giovani donne di domani, che se sappiamo ascoltare, potremo anche aiutare ad affrontare il futuro che le aspetta con adeguata consapevolezza e padronanza di sé, dei limiti, delle risorse e delle opportunità che il mondo offre.

Il libro
I risultati dell’indagine e le fotografie delle adolescenti coinvolte sono raccolti nel volume “Quanto ti vuoi bene?”, edito da Mondadori. La pubblicazione rappresenta la conclusione di questo percorso e, al tempo stesso, la celebrazione di un modo di essere e vivere contemporaneo, con l’ambizione di incoraggiare genitori ed educatori a una riflessione a mantenere una finestra spalancata sul mondo delle giovanissime, per stabilire con loro un dialogo profondo e ad accompagnarle con più consapevolezza nel percorso di trasformazione in donne di domani.
Il libro è disponibile nelle librerie Mondadori e acquistabile online su Bol.it.